giovedì 4 dicembre 2014

"Energia In Gioco" 2014, l'Associazione Alternativa parteciperà all'evento organizzato dal Comune di Udine

Presentata ieri presso i giardini del torso alla presenza del Sindaco di Udine il Dott. Furio Honsell e l'Assessore allo Sport, all’Educazione e agli Stili di Vita la Dott.ssa RAFFAELLA BASANA "Energia in Gioco". L' Associazione Alternativa che si occupa di educazione energetica, in linea con il tema del 2014, l'aria, il seg. gen. Rainone Eliseo e il dir. Paolo Piuzzi affronteranno i giovani curiosi con il tema "La Termodinamica dell'Aria" laboratorio per comprendere il risparmio energetico attraverso l'aiuto dell'aria e del vento, attività rivolta alla scuola primaria e secondaria di primo grado.



L'Amministrazione Comunale di Udine organizza fin dal 2010 l'evento denominato Energia in gioco, allo scopo di sensibilizzare la popolazione sul consumo consapevole dell'energia. Grazie alla collaborazione di
Il direttivo di Associazione Alternativa
con L'Assessore Dott.ssa R. Basana
numerosi enti, istituzioni, scuole, associazioni e privati vengono organizzate molteplici attività quali incontri, conferenze, laboratori, esperimenti, exhibit, workshop, esposizioni, visite guidate, proiezioni, giochi e animazioni. L'obiettivo comune è quello di promuovere comportamenti consapevoli e responsabili nell'uso dell'energia volti a ridurre il consumo energetico, migliorare l'efficienza energetica, ridurre le emissioni di CO2 e l'inquinamento ambientale. La metodologia adottata, tenendo conto che le azioni si svolgono prevalentemente in ambiente informale extra scolastico, presta particolare attenzione al coinvolgimento emotivo e all'aspetto ludico e divertente, con l'intento di stimolare la curiosità e l'interesse e di promuovere l'impegno e la partecipazione attiva dei partecipanti. Dal 2013 ogni edizione si ispira, liberamente e senza vincoli obbligatori, ad un argomento di riferimento, una sorta di filo conduttore. Il tema individuato è rappresentato dai quattro elementi della tradizione filosofica ellenica: acqua (per l'anno 2013), aria (2014), terra (2015), fuoco (2016).

L'Associazione Alternativa
sarà presente presso l'aula n°12
nella scuola Dante di Udine.
Tra i progetti più importanti e particolarmente sentito dai soci fondatori dell' Associazione Alternativa troviamo “UN GIOCO PER IL FUTURO” l’Educazione Energetica, che ha l’obbiettivo di portare stabilmente l’educazione energetica nelle scuole primarie attraverso una didattica semplice ed accattivante trattando temi complessi ma affrontati in modo elementare, partendo ad esempio dal risparmio dell'energia attraverso piccoli gesti quotidiani, da riportare a casa, oppure argomenti più importanti come la storia passata e futura dell'energia.

martedì 18 novembre 2014

Eugenia Famiglietti - Nomisma Energia - Oil&Gas in Italia

venerdì 26 settembre 2014

FVG, 50 milioni per l'edilizia scolastica

(ACON) Trieste, - COM/AB - Cinquanta milioni di euro per l'edilizia scolastica della regione. Una cifra record che, oltre a garantire il mantenimento del patrimonio pubblico delle scuole, dà un importante aiuto alle imprese edili e non solo, del FVG.

Il commento è di Franco Codega (Pd), presidente della VI Commissione, a margine della seduta nel corso della quale è stato approvato il programma triennale per l'edilizia scolastica 2014/2016.

"Mai tante risorse sono state destinate alle scuole della regione e in un momento di pesante ristrettezza di fondi pubblici. Ciò significa - sottolinea Codega - decine di cantieri che partono, molte scuole rimesse a nuovo e una boccata di ossigeno per le imprese edili del territorio. Tutto ciò a seguito della scelta prioritaria che i Governi Letta e Renzi hanno voluto dare alla scuola in questi mesi e alla solerzia della direzione regionale competente nel predisporre piani e progetti in risposta ai vari bandi".

Questo l'elenco degli stanziamenti: 1,5 milioni messi in variazione di bilancio di quest'anno per gli interventi urgenti; 2,5 milioni per la realizzazione dei primi 11 interventi presentati ai sensi della legge 9 agosto 2013; 14,7 milioni per la realizzazione di altri 44 interventi sempre ai sensi della legge 9 agosto 2013; 12,3 milioni di euro concessi direttamente ai Comuni come spazio di spesa al di fuori del Patto di stabilità per l'anno 2014 e 2015. E ancora, altri 20 milioni circa nella possibilità di stipulare mutui trentennali con la Banca europea degli investimenti o con la Cassa depositi e prestiti, con oneri di ammortamento tutti a carico dello Stato. E non sono da dimenticare i 28 milioni messi nel Por 2014-20, sempre per interventi sull'efficientamento energetico delle scuole.

venerdì 5 settembre 2014

Marea nera nel Golfo del Messico: BP rischia multa record



La compagnia petrolifera britannica BP ha agito con "grave negligenza" e rischia una multa "salatissima", fino a 18 miliardi di dollari.

Quattro anni dopo l’esplosione della piattaforma Deepwater Horizon, che uccise 11 persone e avvelenò il Golfo del Messico, una corte federale della Louisiana ha addossato a BP la maggior parte delle responsabilità, allegerendo la posizione della compagnia proprietaria dell’impianto di trivellazione (Transocean Ltd) e di quella che ha fornito il cemento che avr…
ALTRE INFORMAZIONI: http://it.euronews.com/2014/09/05/mar...

martedì 2 settembre 2014

Arriva in Italia Planetsolar, il grande catamarano a energia solare...

La gigantesca imbarcazione, la prima alimentata solo da fonti rinnovabili, approderà giovedì mattina a Venezia, dove resterà ormeggiata per i prossimi sei mesi all'Isola della Certosa. Un drone filmerà il suo arrivo in laguna

mercoledì 20 agosto 2014

Una bella iniziativa di Legambiente, Campo di Volontariato Petralia Soprana -- spot

Campo di volontariato 2013 a Petralia Soprana (Pa) in memoria di Epifanio Li Puma, sindacalista ucciso dalla mafia. Come il volontariato può aiutare e spronare le comunità locali nei processi di cambiamento.



Una bella iniziativa di Legambiente, Campo di Volontariato Petralia Soprana -- spot

Campo di volontariato 2013 a Petralia Soprana (Pa) in memoria di Epifanio Li Puma, sindacalista ucciso dalla mafia. Come il volontariato può aiutare e spronare le comunità locali nei processi di cambiamento.



venerdì 1 agosto 2014

Taiwan, fuga di gas: decine di morti, sventrata Kaohsiung

Strade sventrate che si sono aperte come faglie nel terreno e in cui sono caduti anche i mezzi di soccorso. Un intero quartiere della città di Kaohsiung, a sud di Taiwan si è come sgretolato sui suoi abitanti seppellendoli: per ora sono almeno 24 i morti, oltre 270 i feriti. All'orgine del disastro una fuga di gas, cui è seguita una serie di esplosioni e fiamme alte come i palazzi di 20 piani, raccontano i testimoni. 



An…

ALTRE INFORMAZIONI: http://it.euronews.com/2014/08/01/tai...

martedì 15 luglio 2014

Concordia, Galletti: seguiremo tutte le operazioni con estrema attenzione


Concordia, Galletti: seguiremo tutte le operazioni con estrema attenzione


«Le operazioni di rigalleggiamento della Costa Concordia procedono a ritmo spedito». A parlare è il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti, già dalle 6 di stamattina all'isola del Giglio, presso il quartier generale dell’osservatorio, con i tecnici Ispra per monitorare passo dopo passo le fasi di recupero.

«I lavori stanno procedendo come previsto, senza alcun intoppo – aggiunge il ministro –. Le condizioni meteo permettono di lavorare con tranquillità, ma continueremo a verificare lo stato delle acque. Seguiremo tutte le operazioni con estrema attenzione, siamo i controllori dell’ambiente e faremo in modo che l' ambiente venga tutelato fino in fondo». 
Minstero Ambiente

Da mercoledì a Milano l’UE progetta il futuro dell’economia e dei lavori green

Da mercoledì a Milano l’UE progetta il futuro dell’economia e dei lavori green
Il 16 riunione informale dei ministri dell’ambiente e, il 17 vertice congiunto dei ministri di ambiente e lavoro 
Scade domani il termine per gli accrediti della stampa alle “ministeriali”
Porre l’ambiente al centro del progetto di sviluppo dell’Unione Europea, incardinando negli obiettivi dell’UE da qui al 2020 i temi della green economy, dell’uso efficiente delle risorse, dell’economia circolare, e le conseguenti opportunità offerte da questo comparto alla crescita dell’occupazione.
Questi alcuni dei temi che saranno trattati nella due-giorni di riunioni informali dei ministri Ue dell’ambiente e dell’ambiente e del lavoro che si terranno a Milano rispettivamente il 16 e 17 luglio.
Questi gli incontri previsti con i media:
  • MERCOLEDI 16 LUGLIO - ore 13.00 - Conferenza stampa ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e Commissario europeo per l’azione per il Clima Connie Hedegaard
  • GIOVEDI 17 LUGLIO - ore 14.30 - Conferenza stampa ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, ministro del Lavoro Giuliano Poletti, Commissario europeo per l’Ambiente Janez Potocnik, Commissario europeo per il Lavoro Laszlo Andor.
     
Intanto scade domani il termine per accreditarsi da parte della stampa alle due riunioni ministeriali. Si ricorda che la procedura di accreditamento per tutti i giornalisti e gli operatori dei media è obbligatoria e richiede la registrazione al link: http://www.italia2014registration.eu 

Uff. stampa Ministero dell'ambiente

giovedì 5 giugno 2014

Giornata Mondiale Ambiente - 5 giugno 2014 - FAO

Il 5 Giugno 2014 il Forum Terra Italia fa tappa alla FAO con un nuovo incontro sui temi dello sviluppo dei territori e della finanza sociale per lavorare insieme e proporre modelli innovativi di investimento capaci di produrre impatti positivi per l'Uomo e per la Terra. Territori intelligenti, opportunità di investimento sul futuro- Innovazione sociale, ambientale e finanziaria a confronto

5 giugno 2014 - Palazzo FAO, Centro Internazionale Multimediale Sheikh Zayed

Via delle terme di Caracalla, Roma

9.30 -- 11.15 Tavola rotonda: La montagna e la campagna innovano, le città imparano Edoardo Rojas - Vice Direttore FAO e Commissario ONU per l'EXPO 2015 Pierluigi Sassi - Presidente Earth Day Italia Renato Grimaldi -- Direttore Generale Divisione Natura Ministero dell'Ambiente Fabio Refrigeri - Assessore Infrastrutture, Politiche abitative, Ambiente della Regione Lazio Rosa Laura Romeo - Programme Officer Mountain Partnership Secretariat FAO Lucia Grenna - Program Manager Connect4Climate Global Partnership Program World Bank Edo Ronchi -Presidente Fondazione Sviluppo Sostenibile Marco Frey - Presidente Cittadinanzattiva 

Modera Toni Mira -- Avvenire




11.15 -- 13.00 Tavola rotonda: Le imprese sociali e familiari costruiscono nuove opportunità, la finanza supporta il loro sviluppo Davide Dal Maso - Segretario Generale del Forum per la Finanza Sostenibile Giovanna Melandri - Rappresentante italiano per la Social Investment Task Force del G8 Alessandra Viscovi -Direttore Generale Etica SGR Elena Casolari - Presidente Opes Impact Fund Vincenzo Linarello - Presidente Gruppo Cooperativo Goel Roberta Cafarotti - Direttore Scientifico Earth Day Italia

Modera Stefania De Francesco -- Ansa


Al termine del Convegno, verrà consegnata alla città di Roma e, tramite il Centro Elsa Morante, alle sue Periferie la Mostra fotografica "Cambiamo Clima", realizzata da Earth Day Italia e Shoot4Change. I ritratti dei cittadini pionieri del cambiamento in armonia con l'ambiente immortalati dai reportage fotografici verranno donati al Centro in forma permanente. Estella Marino - Assessore all'ambiente, agroalimentare e rifiuti di Roma Capitale Paolo Masini - Assessore ai Lavori pubblici e alle Periferie di Roma Capitale Gabriella Paolino - Responsabile Centri Culturali per Zètema Progetto Cultura

giovedì 29 maggio 2014

Giappone, petroliera esplode vicino al porto

Il comandante è disperso e quattro degli otto membri dell'equipaggio sono rimasti gravemente feriti nell'esplosione di una petroliera in Giappone.

Secondo le prime ricostruzioni diffuse dai media nipponici l'incendio sarebbe scaturito dopo lo scarico del petrolio nel porto di Himeji. Durante le operazioni di pulitura del cargo una scintilla avrebbe trasformato in una bomba il gas residuo del petrolio.

L'imbarcazione da 998 tonnellate è ancorata a 6 chilometri dalla costa, dove continuano le ri...
ALTRE INFORMAZIONI: http://it.euronews.com/2014/05/29/gia...

martedì 15 aprile 2014

FVG, ENERGIA: RISPARMIO ED EFFICIENZA PER RIDURRE LE EMISSIONI

L'efficientamento energetico costituisce uno dei pilastri della pianificazione regionale. È quanto emerso in occasione della illustrazione pubblica del PAES (Piano di Azioni per l'Energia Sostenibile) del Comune di Trieste, che si è svolta oggi all'Auditorium del Museo Revoltella, presenti gli amministratori locali e provinciali assieme all'assessore regionale all'Ambiente e all'Energia Sara Vito.
Il PAES nasce come strumento operativo del Patto dei sindaci per l'energia sostenibile, sottoscritto anche dal Comune di Trieste, con il quale si punta a ridurre del 20 per cento entro il 2020 le emissioni di anidride carbonica rispetto al 2001, diminuendo la produzione di energia da combustibili fossili. Partendo da un'approfondita analisi della situazione esistente, il PAES indica due tipi principali di azioni: il risparmio e l'incremento dell'energia da fonti rinnovabili. Il Piano, come è stato sottolineato, è il frutto di un'ampia collaborazione fra istituzioni e altri enti (con il Comune hanno operato fra l'altro l'Azienda per i Servizi Sanitari e l'Azienda Ospedaliera-Universitaria, l'Università, la Trieste Trasporti, l'Area di Ricerca). La Regione ha in particolare contribuito alla stesura del PAES condividendo professionalità e dati a sua disposizione.
Attorno al PAES del Comune di Trieste, secondo la Regione, è stata quindi creata una vera e propria rete, confermando l'importanza di mettere insieme le capacità e di lavorare tutti nella stessa direzione.
La Regione ha già avviato la stesura del Piano energetico regionale, con l'obiettivo di presentarlo entro il giugno del prossimo anno, ma ha già in corso numerosi programmi finanziati dall'Unione europea per la riduzione dei consumi e l'efficientamento energetico in modo omogeneo su tutto il territorio del Friuli Venezia Giulia. ARC/PF

lunedì 31 marzo 2014

L'Onu rilancia l'allarme sul riscaldamento globale

Il riscaldamento della Terra farà crescere i pericoli per la salute, nuocerà al rendimento agricolo e provocherà sempre più spesso inondazioni e alluvioni.



E' quanto sostiene il Rapporto del Gruppo dell'Onu sull'evoluzione del clima, che rivendica più strette misure per ridurre le emissioni nocive.



"Se guardiamo alle conclusioni del rapporto, uno dei più importanti risultati è che non siamo in un'epoca in cui il cambiamento climatico è atteso per un ipotetico futuro. Viviamo in un mondo dove l...

ALTRE INFORMAZIONI: http://it.euronews.com/2014/03/31/l-o...

giovedì 27 marzo 2014

AMBIENTE: REGIONE-MINISTERO, SBLOCCO DELLE RISORSE PER LA TUTELA DEL TERRITORIO

Trieste, 26 mar - La Regione chiede al Governo la nomina del proprio assessore all'Ambiente quale commissario straordinario per il rischio idrogeologico, sbloccando nello stesso tempo i fondi previsti nell'Accordo di Programma con il Ministero per la realizzazione di opere urgenti e prioritarie per la tutela del territorio e del mare, allo scopo di accelerare gli interventi. Lo ha sollecitato la presidente della Regione Debora Serracchiani incontrando a Roma il ministro dell'Ambiente Gianluca Galletti. L'incontro ha permesso di approfondire anche altri temi, a partire dal progetto del rigassificatore di Trieste, in merito al quale la Regione, riconfermando il suo parere contrario, ha chiesto che le decisioni degli organi statali vadano nella stessa direzione e siano prese rapidamente.

La peculiare collocazione geopolitica del Friuli Venezia Giulia e l'esperienza di situazioni pregresse, sono alla base della proposta, formulata al Ministero dell'Ambiente, di apertura di un Tavolo tecnico per le politiche ambientali che coinvolgono i rapporti internazionali. È stato anche affrontato il problema della crisi industriale della Ferriera di Servola (Trieste), in particolare per quanto riguarda gli interventi di recupero ambientale dell'area previsti nell'Accordo di Programma. Con Galletti si è parlato anche di un'intesa da stipularsi con il Ministero dell'Ambiente per il risanamento della qualità dell'aria, nonché del progetto ambientale European Green Belt che coinvolge i Paesi collocati lungo la ex cortina di ferro che ha attraversato l'Europa, un progetto del quale il Friuli Venezia Giulia si candida ad assumere il ruolo di punto di riferimento nazionale. ARC/Com/RED

FVG, Bando per la promozione dell’efficienza energetica nella pubblica illuminazione

Pubblicato il “Bando per la promozione dell’efficienza energetica nella pubblica illuminazione” (POR FESR 2007-2013), per promuovere l’uso razionale dell’illuminazione pubblica esterna e per la diminuzione dei consumi e dei costi gestionali a carico dei Comuni.
scadenza il 30 Aprile,

mercoledì 19 marzo 2014

AMBIENTE: Nuovi studi sull'impatto della Centrale A2A di Monfalcone

Un piano di sorveglianza epidemiologico sulla popolazione e un nuovo e più approfondito biomonitoraggio sui licheni: sono queste le due iniziative promosse dall'Amministrazione regionale per valutare e tenere sotto controllo l'impatto sull'ambiente e sulla salute della Centrale elettrica di Monfalcone gestita dalla società A2A

martedì 11 marzo 2014

FVG, Riciclo rifiuti: concorso per le scuole

On line il bando di concorso “A nuova vita” indetto dalla Direzione centrale ambiente ed energia per la realizzazione di un prodotto multi materiale, mono materiale o digitale sul tema del riciclo dei rifiuti.

giovedì 6 marzo 2014

FRIULI, LAGUNA: VITO, SI È USCITI DALL'EMERGENZA AMBIENTALE


Con il convegno "Stato delle acque della Laguna di Marano e Grado. L'impatto dei dragaggi e il nuovo sistema di monitoraggio in continuo del Progetto europeo SHAPE", si è concluso il Progetto europeo SHAPE che ha coinvolto l'ARPA-Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente come partner. Il Progetto ha consentito ad ARPA di installare in laguna cinque boe per il monitoraggio in continuo della qualità dell'acqua lagunare e per la determinazione del deposito di sedimenti. Al convegno ha partecipato anche l'assessore all'Ambiente e all'Energia Sara Vito che, nell'intervento conclusivo, ha voluto fare il punto sullo stato ambientale della Laguna di Marano e Grado. Negli anni passati la Laguna di Marano e Grado è stata infatti fonte di preoccupazioni, soprattutto per la presenza del mercurio nei sedimenti. A tale proposito l'assessore Vito ha ribadito che "si è ormai usciti dall'emergenza ambientale".

Il primo segnale è stata la riperimetrazione del sito inquinato, avvenuta nel 2012, e la successiva chiusura della struttura commissariale. "Ciò ha consentito di recuperare importanti risorse che potranno essere ora destinate agli interventi di bonifica e per la messa in sicurezza della navigazione dei canali lagunari", ha detto. D'altra parte negli ultimi anni la Laguna di Marano e Grado è stata ampiamente studiata ed i risultati sono del tutto rassicuranti per quanto riguarda i rischi legati alla presenza del mercurio. "La Regione - ha proseguito l'assessore - ha inoltre dato avvio all'elaborazione di un piano di gestione e manutenzione dell'ambiente lagunare con riferimento soprattutto ai sedimenti e ai dragaggi dei canali. Gli interventi verranno effettuati adottando un approccio ambientalmente sostenibile, con la movimentazione in loco dei sedimenti, garantendo nel contempo uno sviluppo economico sostenibile per la pesca e per la navigazione". La necessità di dare una risposta immediata al problema dei dragaggi è stata ripresa anche dal sindaco di Marano Lagunare Mario Cepile che, parlando anche a nome degli altri sindaci dei Comuni lagunari, ha auspicato un rapido avvio dei dragaggi per dare un futuro a quanti operano sul mare e in Laguna. ARC/Com/PPD

mercoledì 5 marzo 2014

Chevron: giudice Usa, irregolare il processo per inquinamento in Ecuador

La giustizia statunitense dà ragione a Chevron: ritiene irregolare il processo che, nel 2011, in Ecuador ha stabilito la multa da 9,5 miliardi di dollari per l'azienda petrolifera, condannata per inquinamento della foresta amazzonica. Il giudice ecuadoregno sarebbe stato corrotto. L'avvocato dei querelanti ha annunciato appello davanti a un tribunale indipendente....
ALTRE INFORMAZIONI: http://it.euronews.com/2014/03/05/che...

giovedì 20 febbraio 2014

martedì 18 febbraio 2014

Nucleare. Al via oggi a Vienna nuovi negoziati tra Iran e 5+1

Il nucleare è solo un pretesto per piegare la rivoluzione islamica, irriducibile al dominio globale degli Stati Uniti. Le parole della Guida Suprema Alì Khamenei non sono esattamente la migliore delle benedizioni per il nuovo tour de force di colloqui tra l'Iran e le grandi potenze che si apre oggi a Vienna e che dovrebbe continuare per un intero semestre. Ma l'Iran non solo deve ma ha bisogno di trattare: secondo Konrad Kramar, capo redattore del tedesco Der Kurier:



"Gli iraniani sono davvero ...
ALTRE INFORMAZIONI: http://it.euronews.com/2014/02/18/nuc...

Vito, l'efficienza energetica è un volano per il rilancio dell'edilizia, anche l'Associazione Alternativa era presente in sala

Vito, l'efficienza energetica è un volano per il rilancio dell'edilizia, anche l'Associazione Alternativa era presente in sala

mercoledì 12 febbraio 2014

Vito, piano manutenzione Isonzo utile per prevenzione

presentazione dello studio per il Piano di manutenzione dell'Isonzo, commissionato dalla Consulta d'Ambito per il servizio idrico integrato A.T.O "Orientale Goriziano". Il Piano è stato presentato a Palazzo Attems a Gorizia, alla presenza di numerosi amministratori dei 25 Comuni che, assieme alla Provincia di Gorizia, compongono l'A.T.O.

Parte 'Treno Verde 2014', il convoglio che monitora l'inquinamento ...

martedì 11 febbraio 2014

Vota il sondaggio di Associazione Alternativa "Educazione energetica, attività didattica, un'ora a settimana già dalle scuole Elementari"

Educazione energetica, attività didattica, un'ora a settimana già dalle scuole Elementari,

  • si
  • non approvo
  • si ma sono poche ore
  • si ma sono troppe ore


Il voto è totalmente anonimo, non comporta iscrizioni di nessun genere e votare è semplicissimo.

Esprimi il tuo voto qui di fianco a destra

Il Progetto "Un gioco per il futuro"
L’educazione ambientale come didattica stabile nelle scuole.
Il principale obbiettivo che l’Associazione Alternativa insegue da ormai due anni e l’educazione ambientale cioè l’auspicato insegnamento di questo tema all’interno del sistema scolastico, dalla scuola primaria alla secondaria;

L' Associazione Alternativa, come istituzione, ha per obiettivo di popolarizzare – tramite la divulgazione, la promozione e la formazione, il miglioramento dello stato dell’ambiente – l’utilizzo delle fonti rinnovabili ed in generale l’uso efficiente e razionale dell’energia, al fine del contenimento dei consumi energetici e dei relativi costi, è in costante aggiornamento sulle info dal mondo ed attraverso il suo blog propone giornalmente, interviste, news e ricerche inerenti le energie.

Sostieni Alternativa e Sostieni Il futuro

lunedì 3 febbraio 2014

“FVG RILANCIMPRESA”

La Regione Friuli Venezia Giulia ha elaborato una proposta complessiva per il recupero competitivo del settore industriale regionale, con particolare attenzione al settore dell’elettrodomestico. Si tratta di un piano di sviluppo industriale, con risorse finanziarie pari a quasi 100 milioni di euro, che punta su cinque fattori: “Bolletta energetica”, Politiche del lavoro, Fisco e Semplificazione, Ricerca-Sviluppo-Innovazione, Indotto
Info (pdf)

mercoledì 29 gennaio 2014

L'energia per uscire dalla crisi: le opportunità per la riqualificazione energetica degli edifici Gorizia, 17 Febbraio 2014

Migliorare le prestazioni energetiche degli edifici, attraverso la riduzione dei consumi e l’integrazione di sistemi di produzione di energia a fonti rinnovabili, costituisce un obbligo stabilito a livello comunitario ed una necessità indifferibile nell’ottica di una politica energetica sostenibile. La riduzione del consumo energetico e l’abbattimento delle emissioni di biossido di carbonio portano a benefici ambientali, ad un miglioramento generale della salute e del benessere dei cittadini e possono costituire elementi strategici per stimolare l’economia in un periodo di grave crisi congiunturale come quello attuale. Il raggiungimento degli obiettivi di efficienza energetica presuppone, infatti, lo sviluppo di materiali, di tecniche di costruzione, di apparecchiature e di tecnologie sostenibili nei diversi settori produttivi interessati, i cosiddetti green job, e costituisce un aiuto alle famiglie e alle imprese che possono ridurre i loro costi fissi. A tali vantaggi si aggiungono le detrazioni fiscali stabilite dallo Stato in favore degli interventi di recupero edilizio e soprattutto della riqualificazione ed efficienza energetica degli edifici, attività a cui è riconosciuto il beneficio massimo del 65% sulle spese sostenute. L’incontro intende promuovere l’utilizzo razionale dell’energia e informare i cittadini, i professionisti e le imprese delle opportunità riconosciute dalla recente normativa in materia.
Assessore regionale all’ambiente e all’energia avv. Sara Vito

lunedì 20 gennaio 2014

Riciclaggio di batterie agli ioni di litio per il recupero di metalli pesanti pericolosi - Piano d’azione per l’ecoinnovazione

Riciclaggio di batterie agli ioni di litio per il recupero di metalli pesanti pericolosi - Piano d’azione per l’ecoinnovazione: Riciclaggio di batterie agli ioni di litio per il recupero di metalli pesanti pericolosi - Piano d’azione per l’ecoinnovazione


Riciclaggio di batterie agli ioni di litio per il recupero di metalli pesanti pericolosi

Il progetto RecLionBat, finanziato mediante lo strumento finanziario per l'ambiente (LIFE), ha sviluppato una tecnica per il trattamento delle batterie agli ioni di litio esaurite, prevalentemente utilizzate in dispositivi elettronici portatili, che consente di recuperare cobalto e nichel.

Le batterie ricaricabili agli ioni di litio (Li-ion) alimentano numerosi dispositivi elettronici, quali telefoni cellulari, computer portatili e fotocamere digitali. Tali batterie offrono un eccellente rapporto energia/peso, non influiscono sulla memoria e producono perdite di carica ridotte quando non vengono utilizzate.

Ogni anno, tuttavia, si stima che l'Unione europea (UE) produca circa 160.000 tonnellate di batterie esaurite. Oltre a costituire una significativa fonte di rifiuti, queste batterie contribuiscono al consumo di importanti risorse e metalli.

Per conservare risorse e ridurre al minimo il degrado ambientale, problemi di cui si occupano il Piano d'azione per le tecnologie ambientali (ETAP, Environmental Technologies Action Plan ) e la strategia Europa 2020, l'UE ha introdotto la nuova direttiva sulle batterie per ridurre la minaccia costituita dalle batterie esaurite per la salute umana e l'ambiente. In base alla direttiva, in vigore dall'ottobre 2008, i produttori sono ora responsabili del trattamento delle batterie residue. Dal settembre 2009, inoltre, gli Stati membri devono assicurare che le batterie raccolte vengano trattate e riciclate utilizzando le migliori tecniche disponibili.

Le batterie Li-ion pongono una speciale minaccia, in quanto contengono un'elevata percentuale di metalli pesanti pericolosi. Delle 4.000 tonnellate di batterie agli ioni di litio scadute raccolte nel 2005, 1.100 erano costituite da metalli pesanti, mentre altre 200 erano costituite da elettroliti tossici. La società francese Société Nouvelle d’Affinage des Métaux (SNAM), insieme alla belga Floridienne Chimie, ha fondato il progetto RecLionBat per sviluppare una tecnica di riciclaggio di tali batterie. Al progetto sono stati destinati oltre 1,5 milioni di euro, incluso un finanziamento di 380.000 euro da parte di LIFE.

Tramite questo progetto, la SNAM ha costruito una struttura pilota con una linea di trasformazione per convogliare, smistare, trattare termicamente e distruggere batterie Li-ion esaurite. Il progetto ha sviluppato un efficace trattamento di pirolisi, che comporta il riscaldamento delle batterie raccolte in modo che gli elementi costitutivi, quali rame, ferro e piccoli composti, possano essere separati tramite macinazione e setacciatura. I piccoli composti vengono quindi trattati chimicamente per estrarre cobalto e nichel, che vengono rivenduti ai produttori per il riutilizzo.

Questo processo consente di riciclare fino al 60% dei componenti delle batterie. SNAM stima che un'unità RecLionBat di 1.000 tonnellate è in grado di recuperare dalle 550 alle 600 tonnellate di metalli adatti per il riutilizzo, contribuendo in tal modo a preservare le risorse naturali e l'ambiente. La quantità residua di rifiuti destinata alla discarica, inoltre, risulta notevolmente ridotta.

Dalla conclusione del progetto LIFE, la SNAM ha sviluppato un processo proprio di riciclaggio delle batterie e trasforma ora batterie esaurite da tutta Europa. La società collabora con le agenzie di raccolta francesi SCRELEC e COREPILE, nonché con BEBAT in Belgio e G&P nel Regno Unito.